Cerca

Giornalista Aki: El Pais, per Shahzad inchieste sono state passione e boia

Esteri

Roma, 4 giu. - (Adnkronos/Aki) - ''Il giornalismo d'inchiesta e' stata la passione e il boia'' di Syed Saleem Shahzad, il corrispondente di AKI - ADNKRONOS INTERNATIONAL ucciso in Pakistan. Lo scrive il quotidiano El Pais, che oggi dedica il taglio basso di una sua pagina a Shahzad, reporter ''in uno dei Paesi piu' pericolosi al mondo per i giornalisti: il Pakistan''. ''Noto tra i suoi amici per la sua audacia, scherzava spesso sul suo impegno a 'giocare con i mostri''', scrive El Pais, ricordando che Shahzad ''lavorava per l'agenzia italiana Adnkronos International e per Asia Times Online''. Ripercorrendo le tappe della carriera di Shahzad, El Pais sottolinea come ''le informazioni'' del giornalista abbiano fatto luce - prima che sulle complesse dinamiche del terrorismo nell'Af-Pak - su una ''serie di scandali di corruzione sull'azienda elettrica di Karachi, che gli hanno procurato i primi problemi''.

Il quotidiano, ricordando il sequestro nel 2006 di Shahzad da parte dei Talebani dell'Afghanistan, scrive come il giornalista fosse convinto che ''gli attentati dell'11 settembre e le loro conseguenze avessero diviso ideologicamente le Forze armate pakistane''. ''Uno dei suoi ultimi articoli era sulle infiltrazioni di al-Qaeda nell'Esercito pakistano'', prosegue il quotidiano che cita la recente pubblicazione del libro di Shahzad 'Inside al-Qaeda and the Taliban: Beyond bin Laden and 9/11'. El Pais parla quindi del ritrovamento del corpo di Shahzad, martedi' scorso, con ''evidenti segni di violenza'' . L'articolo de El Pais, 'Salim Shahzad, giornalista pakistano assassinato per il suo lavoro d'inchiesta', si conclude con le parole di condanna dell'uccisione di Shahzad pronunciate dal segretario di Stato americano Hillary Clinton.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog