Cerca

**Banche&Assicurazioni**

Economia

Milano, 4 giu. - (Adnkronos) - Le posizioni tra l'Ania (l'associazione delle imprese di assicurazione) e i sindacati sono ancora molto distanti dopo gli incontri del 30 e 31 maggio scorsi per il rinnovo del contratto dei 47mila dipendenti delle direzioni del settore, scaduto nel dicembre del 2009 . Lo conferma, all'ADNKRONOS il segretario nazionale della Fisac Cgil, Giovanni Cavalcanti, sottolineando la posizione di "stallo che si e' venuta a creare tra le parti".

"Dopo lo sciopero del marzo scorso -spiega Cavalcanti- c'e' stato un incontro politico con il presidente dell'Ania, Cerchiai, durante il quale abbiamo ribadito la nostra volonta' di riprendere le trattative nonostante le loro controproposte fossero molto limitate rispetto alle nostre richieste".

Per quanto riguarda il settore dei call center ad esempio, spiega il sindacalista "a fronte di una richiesta di flessibilita' noi chiediamo ci sia un riconoscimento economico molto piu' consistente di quanto proposto. Non si possono, infatti, pretendere flessibilita' e riduzione di alcuni diritti acquisiti con l'ultimo contratto, senza una contropartita". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog