Cerca

Maradona a Dubai: "La Fifa? Un grande museo governato da dinosauri"

Sport

Dubai, 4 giu. - (Adnkronos) - La Fifa e' governata da ''dinosauri''. E il presidente Joseph Blatter ''non ha mai dato un calcio ad un pallone''. Diego Armando Maradona sbarca a Dubai per firmare il contratto biennale con l'Al Wasl, la formazione che si appresta ad allenare. Il Pibe de Oro non perde l'occasione per puntare il dito contro la Fifa, la federcalcio internazionale che ha appena conferito il quarto mandato presidenziale allo svizzero Joseph Blatter, ''uno che non ha mai dato un calcio ad un pallone''. Maradona ritiene che la federazione mondiale dovrebbe essere guidata da un ex calciatore ma non ha indicato il suo candidato ideale.

A Dubai, il Pibe ritrova una panchina dopo l'addio all'Argentina al termine dei Mondiali 2010. L'Al Wasl non ha reso note le cifre dell'intesa, Maradona ha gia' smentito le voci relative ad un ingaggio di 10 milioni di dollari.

La Fifa e' arrivata alle elezioni tra scandali, polemiche e accuse. ''Quando si ha cosi' tanto poterem si possono fare tante sciocchezze come accade nella Fifa. Ogni giorno c'e' corruzione e ci sono scandali per partite truccate: non e' calcio, non stiamo parlando di calcio. Questo non e' cio' che la gente merita di vedere'', dice. La rielezione di Blatter, 75 anni, ''non e' una sorpresa'', aggiunge il Pibe.

Per una vera svolta, insomma, bisogna aspettare ancora. ''Purtroppo alla Fifa c'e' un museo, un grande museo. I dinosauri non vogliono mollare il potere. La rielezione di Blatter non e' qualcosa di inedito, la gente come noi sa cosa sta succedendo'', afferma senza spingersi oltre. Chi comanda nel calcio, dice il Pibe, ''restera' li' fino a quando avra' 105 o 110 anni. E il calcio purtroppo sara' sempre lo stesso''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog