Cerca

**Notiziario Moda** (3)

Economia

(Adnkronos) Per Anna Francesca Ceccon, milanese doc, il nome che ha scelto per il suo marchio di abbigliamento e' tutto un programma: 'Moi Multiple'. Riflette la necessita' della donna contemporanea di esprimere unindividualita' in continuo divenire attraverso i tessuti. Lavorazioni ecologiche con selezione di nuove fibre naturali tra cui il filato di carta sono utilizzate per tutelare e rispettare l'ambiente. Nuove mischie, mix di basi ed armature, finissaggi e trattamenti dove il tessuto diviene protagonista e contemporaneamente si piega alle esigenze di rappresentare donne diverse.

Dopo un'esperienza londinese, Anna si iscrive allo Ied, insegna e partecipa al Mittelmoda, il concorso che seleziona e lancia giovani fashion designer. Le porta fortuna, perche' inizia a collaborare con La Perla. Quindi il salto e la proposta di Moi Multiple, collezione che viene selezionata per Whos on next (altro concorso importantissimo per i giovani).

Uno stile fatto di luci e ombre, contrasti suggeriti dalla leggerezza e trasparenza del tessuto come l'organza. Da un'idea che si conferma di successo a un'avventura imprenditoriale. E quella di Ghostzip, brand che nasce dal sogno di un gruppo di ragazzi, amici di vecchia data. Tutto parte da una cerniera e da una illuminazione. L'oggetto si presta a infinite possibilita' di interpretazione. Puo' diventare borsa, portafoglio, accessorio, complemento d'arredo, cravatte, gioielli. Tutto a partire da una zip. In Italia la distribuzione e' affidata ad agenzie di rappresentanti professionisti del settore abbigliamento e moda, all'estero tramite distributori. Ad oggi GhostZip e' presente in Italia, Svizzera e Finlandia e, a breve, lo sara' anche in Spagna e Francia. La borsa l'ha voluta Paris Hilton. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog