Cerca

Immigrati: Baglioni, non alimentare inutili paure

Cronaca

Lampedusa, 4 giu. (Adnkronos) - "Non bisogna alimentare inutili paure. Ci saranno sempre persone perbene e persone non perbene, indifferentemente da dove arrivano". Lo ha detto Claudio Baglioni, aprendo il quarto e ultimo concerto itinerante nell'ambito di 'Lampedusa Susiti', la tre giorni che termina oggi organizzata in segno di solidarieta' per il popolo di Lampedusa e i profughi che a migliaia sono sbarcati sull'isola.

Dopo avere cantato, insieme ad altri artisti, in altre tre localita' di Lampedusa, Baglioni sta cantando adesso alla Porta d'Europa, la scultura realizzata da Mimmo Palladino nei pressi di Cala francese, proprio dove la notte tra il 7 e l'8 maggio scorsi un barcone con oltre 500 profughi a bordo e' naufragato provocando l'annegamento di 3 profughi, mentre tutti gli altri sono stati salvati grazie ad una catena umana realizzata dai sommozzatori della Guardia Costiera, dalla Guardia di Finanza, Polizia e Carabinieri, oltre ai volontari. Accanto a Baglioni, sul palco, anche Paola Saluzzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog