Cerca

Gb: Cameron vuole mettere al bando vestiti sexy per i bambini

Esteri

Londra, 4 giu. (Adnkronos) - Messa al bando di vestiti troppo sexy per i preadolescenti, stretta sui contenuti dei programmi televisivi prima delle 21, niente cartelloni pubblicitari ammiccanti vicino a scuole o asili. Sono questi i punti forti del rapporto "Lasciamo che i bambini siano bambini" commissionato dal primo ministro britannico David Cameron, che verra' presentato lunedi' e di cui il quotidiano Guardian ha anticipato i contenuti.

Cameron, che ha legato la propria immagine politica anche alla sua figura di padre amorevole, ha fortemente voluto il rapporto, sul quale intende basare una politica contro la commercializzazione dell'infanzia. L'obiettivo e' impostare un codice per gli abiti dei preadolescenti, perche' vengano messi in vendita solo vestiti e costumi da bagno 'da bambini', senza reggiseni push up o altre allusioni sessuali.

I bambini dovranno anche essere difesi dalle immagini troppo esplicite. Per questo si pensa di vietare l'esposizione di pubblicita' sexy vicino alle scuole e di imporre sovracopertine alle rivsite epr adulti. Fra le misure considerate vi e' anche quella di vietare ad alcune fasce di eta' i video clip musicali piu' sexy e di sorvegliare piu' strettamente la programmazione televisiva prima delle 21.00. Il rapporto suggerisce poi di chiedere ai provider di Internet lo sviluppo di efficaci mezzi per il controllo da parte dei genitori, in mancanza dei quali toccherebbe al governo prendere l'iniziativa. Infine si pensa di creare un sito web per raccogliere tutte le segnalazioni dei genitori, al fine di monitorare i risultati ottenuti dalle nuove politiche di protezione dell'infanzia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog