Cerca

Matera: depositata perizia su fidanzati Policoro, a ucciderli fu il monossido/Adnkronos (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Con la perizia il giallo torna al punto di partenza perche' in tanti anni l'ipotesi del duplice omicidio, che piu' volte si e' affacciata, non e' mai stata dimostrata, nonostante varie riaperture del fascicolo e le cause accidentali (la morte per una scarica elettrica dovuta ad un caldo-bagno oppure il soffocamento da monossido di carbonio) sono sempre rimaste tra le ipotesi piu' probabili. Ma entrambe, fino ad ora, non hanno trovato riscontri sufficienti a mettere la parola fine sul giallo.

Luca Orioli e Marirosa Andreotta sono due ragazzi normali: fidanzati, frequentano la parrocchia e gli amici, vanno all'Universita' e guardano alla vita con fiducia. Vengono trovati morti in casa di Marirosa, nudi, la ragazza nella vasca da bagno, il ragazzo disteso per terra, dalla madre di lei, la signora Antonia Giannotti, di ritorno a casa da un concerto a Matera. Il caso pero' prende subito una piega sbagliata perche' l'autopsia non viene effettuata.

Dal primo istante si fa infatti strada la tesi della morte accidentale. Nella stanza c'e' una stufetta caldobagno e si pensa a un malfunzionamento dell'apparecchio da cui sarebbe partita una scarica elettrica. L'elettrocuzione - si pensa - ha dunque causato il loro arresto cardiocircolatorio. Il caso viene cosi' subito chiuso, senza effettuare l'autopsia. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog