Cerca

Immigrati: Farefuturo, Italia trovi suo modello di integrazione

Cronaca

Bassano del Grappa (Vi), 4 giu. - (Adnkronos) - ''La nazione non e' un monolite, non e' piu' la comunita' di sangue e di suolo ma nel 2011 e' legata ad un concetto evolutivo. E' a questa nazione che la politica deve dare una risposta''. E' quanto ha dichiarato Mario Ciampi, segretario generale di Farefuturo, intervenendo a Dialogando, il festival dell'integrazione organizzato da Dialoghi Asolani a Bassano del Grappa, a cui hanno partecipato i rappresentanti giovanili delle principali associazioni giovanili e di stranieri in Italia tra cui Daniele Nahum, vicepresidente Dialoghi Asolani, Omar Jibril, presidente Giovani Musulmani d'Italia, Mohamed Tailmoun, portavoce Rete G2-Seconde generazioni, Giuseppe Failla, presidente Giovani delle Acli, Gianluca Melillo, vice presidente vicario Forum Nazionale dei Giovani e Maruan Oussaifi, presidente Giovani Associazione Nazionale Oltre Le Frontiere

''In Europa - ha spiegato Ciampi - sono falliti i modelli del multiculturalismo e dell'assimilazionismo. L'Italia deve ripensare un suo modello di integrazione e a questa sfida deve rispondere con le seconde generazioni di immigrati, che sono gia' un esempio concreto di integrazione. Le seconde generazione sono un tonico fondamentale per una nazione che quest'anno compie 150 anni. E' molto pericoloso - ha proseguito - lasciare in un limbo giovani cittadini che, compiuti i diciotto anni, non ottenendo la cittadinanza italiana potrebbero tornare a guardare alle loro origini anche in termini di integralismo. L'integrazione - ha concluso Ciampi - e' la base della sicurezza e la sicurezza passa dall'integrazione''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog