Cerca

'Ndrangheta: Reggio Calabria, chiesti nove ergastoli per faida di San Luca

Cronaca

Reggio Calabria, 4 giu. - (Adnkronos) - Nove ergastoli sono stati chiesti dal procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria nei confronti dei presunti affiliati alle cosche Nirta-Strangio e Pelle-Vottari di San Luca, al centro di una sanguinosa faida culminata con la strage di Duisburg.

Alla Corte d'Assise di Locri e' stato chiesto il carcere a vita per Giovanni Strangio, considerato l'esecutore materiale della strage avvenuta nella cittadina tedesca, Francesco Nirta, Giovanni Luca Nirta, Giuseppe Nirta, Francesco Pelle conosciuto come Ciccio Pakistan, Sebastiano Romeo, Sebastiano Strangio, Francesco Vottari e Sebastiano Vottari. La pubblica accusa ha chiesto l'assoluzione per Antonio Rechichi, per gli altri quattro imputati condanne fino a 18 anni di reclusione. L'accusa e' stata rappresentata nel processo dai pm Adriana Fimiani e Federico Perrone Capano.

La faida di San Luca e' iniziata nel 1992 per un banale scherzo di carnevale, negli anni si e' acuita fino ad arrivare alla strage di Natale nel 2006 in cui mori' Maria Strangio, per concludersi con la strage di Duisburg l'anno successivo, in cui vennero trucidate sei persone nel ristorante ''Da Bruno''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog