Cerca

Tav: partito avverte sindaci Pd, non accettabili iniziative con violenti

Cronaca

Torino, 5 giu. (Adnkronos) - ''Non e' accettabile ci sia confusione nelle iniziative sul territorio tra coloro che praticano la violenza e coloro che rappresentano i cittadini nelle istituzioni locali''. Lo ha detto il segretario regionale del Pd, Gianfranco Morgando, durante la conferenza stampa convocata questa mattina dal partito dopo che ieri si era appreso delle lettere con minacce e proiettili indirizzate ai parlamentari pd Stefano Esposito e Giorgio Merlo.

Il messaggio e' chiaro e i destinatari sono i sindaci Pd della Valle di Susa: ''In un incontro che abbiamo fatto con gli amministratori del partito in Valle circa una settimana fa - spiega Morgando - abbiamo chiesto ai nostri sindaci di impegnarsi a non partecipare a manifestazioni o posizioni violente e loro si sono detti d'accordo''. In caso contrario ''il Pd trarra' le debite conseguenze'' aggiunge il segretario regionale del partito che rivela ''due settimane fa abbiamo invece incontrato gli iscritti della Val Susa, che sono in maggioranza contrari all'opera, con cui pero' abbiamo condiviso un documento in cui si prende atto della decisione di realizzare l'opera presa dallo Stato per ragioni di necessita' nazionali, la si accetta e si ritiene che la discussione debba essere fatta sul merito del progetto e sulle compensazioni per la Valle''.

''Questa vicenda non riguarda solo la provincia di Torino ma tutto il Paese - sottolinea il responsabile giustizia del Pd nazionale, Andrea Orlando - e' necessario che tutte le forze politiche prendano nettamente le distanze da gesti violenti, senza tentennamenti o reticenze. Anche il Presidente della Regione - conclude - dovrebbe esprimere una posizione chiara''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog