Cerca

Infrastrutture: Genova punta su Terzo Valico per conquistare dimensione europea (5)

Economia

(Adnkronos) - Si perderebbe un'occasione, perche' ''i nodi logistici della Svizzera via ferrovia sono piu' vicini al porto di Genova rispetto ai porti del Nord di 250 - 550 km, anche l'area della Baviera e di Monaco risulta piu' favorevolmente raggiungibile dal porto di Genova che dai porti del Nord con vantaggi di 80 - 140 km''. Occorre quindi migliorare da subito il sistema ferroviario e la sua connessione con i porti e realizzare il Terzo Valico.

''Attenzione - avverte Fabio Capocaccia, presidente dell'Istituto internazionale delle comunicazioni, associazione di enti e imprese, tra cui il Comune di Genova, per la promozione della conoscenza, in materia di trasporti e telecomunicazioni - se non riusciamo a fare il Terzo Valico in tempo le merci di Milano passeranno per Rotterdam e il Corridoio 24 per noi sara' un autogol''.

Secondo Capocaccia la nuova linea e' indispensabile per portare essere competitivi con le ferrovie europee. ''E' questione - spiega - di pendenze e di dimensioni. Le linee vecchie hanno pendenze dell'Ottocento, anche del 17 per mille, e richiedono treni corti. Oggi si va su pendenze del 5 per mille. Il che significa che nell'Europa del Nord viaggiano treni lunghi 750 metri e pesanti 2.000 tonnellate, in Italia treni lunghi 500 - 550 metri e pesanti 1.400 tonnellate. E c'e' anche da tenere conto della sagoma. I container alti che si usano oggi non passano nelle vecchie gallerie''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog