Cerca

Palermo: spuntano giornali Usa del 1950, un giallo lungo 60 anni/scheda (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Ma a differenza di altri banditi, Giuliano aveva anche delle idee politiche. Ebbe dei contatti con il Movimento indipendentista siciliano ed entro' anche, spinto da esponenti dell'intelligence americana, nell'esercito volontario per l'indipendenza siciliana. Sotto l'ordine di questa organizzazione Giuliano attacco' cinque caserme dei carabinieri e nel frattempo continuava a rubare e a saccheggiare. Ma la sua idea non era solo quella di indipendenza della Sicilia, bensi' rendere la Sicilia parte degli Stati Uniti d'America.

Nel 1946, attraverso il famoso giornalista americana Michael Stern, un collaboratore della Cia, mando' una lettera al presidente americano Truman dove proponeva la Sicilia come uno Stato in piu' degli Usa. Nel 1947 si sottopose al rito della mafia per farne parte e proprio in quell'anno avrebbe provocato la strage di Portella della Ginestra dove si stavano festeggiando le elezioni vinte. Morirono 11 adulti e quattro bambini.

Giuliano riusci' a nascondersi per altri tre anni grazie anche alla mafia ma il 5 luglio del 1950 venne ucciso e ritrovato nel cortile De Maria di Castelvetrano. Una morte rimasta nel mistero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog