Cerca

Foligno: in festa per Giostra Quintana, torneo cavalleresco sara' patrimonio umanita' (2)

Cronaca

(Adnkronos) - Nei giorni precedenti la gara, la citta' di Foligno si anima con l'apertura di taverne e spettacoli in piazza, mentre la sera precedente alla competizione i 600 figuranti del corteo storico sfilano per le vie della citta' con costumi che si ispirano ai secoli XVI e XVII, periodo di massimo splendore della Giostra che in altri tempi aveva il ruolo di attribuire titoli onorifici vari cavalieri.

I cavalieri giostranti che si contendono il palio sono 10 come i rioni della citta'. La suddivisione in 10 rioni risale al 1946 e venne decisa citta' allo scopo di far partecipare tutta la cittadinanza alla manifestazione. La denominazione dei dieci Rioni ricalca sostanzialmente quella di una parte dei diciassette Rioni in cui Foligno era stata suddivisa tra il XIII e il XVIII secolo, mentre le relative insegne sono tratte da fonti iconografiche elaborate nella tarda eta' moderna.

I rioni attuali sono Ammanniti, Badia, Cassero, Contrastanga, Croce Bianca, Giotti, La Mora, Morlupo, Pugilli, Spada. I diciassette rioni storicamente accertati erano invece i seguenti: Abbadia, Ammanniti ,Borgo, Campi (poi Fonte del Campo), Cipischi, Contrastanga, Croce, Falconi, Feldenghi, Franceschi, Giotti, Menacoda, Mora, Piazza vecchia, Pugilli, Spada, Spavagli. Di questi, intorno al 1635, lo storiografo folignate Ludovico Jacobilli tento' di ridelineare gli antichi confini, cosi' come provo' a risalire all'origine delle relative denominazioni e ad individuare i rispettivi contrassegni araldici: di tutto cio', infatti, gia' nella prima meta' del secolo XVII, si era pressoche' perduto perfino il ricordo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog