Cerca

Foligno: in festa per Giostra Quintana, torneo cavalleresco sara' patrimonio umanita' (3)

Cronaca

(Adnkronos) - I dieci rioni sono operativi nei tanti settori nei quali si diversifica l'attivita' preparatoria e pubblica della manifestazione. Lo statuto dell'Ente Giostra ne regola la struttura, le varie commissioni seguono i lavori. Ogni rione e' amministrato da un consiglio rionale eletto dall'assemblea dei contradaioli e composto da 15 membri. Il consiglio rionale elegge tra i propri componenti il priore, al quale viene attribuita la rappresentanza legale del rione anche nei confronti dell'ente. Ogni rione e' tenuto a dotarsi di uno statuto, che deve essere conformato agli stessi scopi sociali coerenti con quelli dell'Ente morale ed organizzazione non lucrativa di utilita' sociale.

Il corteo che si svolge la sera prima della gara, e' la presentazione al pubblico della manifestazione nel suo versante propriamente scenico. Sono visibili i rioni, i costumi, le bandiere, i cavalli, i cavalieri, tutto cio' che rende tangibile il grande lavoro organizzativo. Ha la sua origine nel 1946. Quell'anno vi parteciparono circa novanta persone. Il corteo e' disciplinato da un regolamento approvato dal comitato centrale che detta le norme per la partecipazione dei rioni alle manifestazioni in costume e di comportamento per i figuranti.

A norma di regolamento, la rappresentanza rionale che sfila nel corteo deve essere articolata in una tripartizione che ormai e' diventata consueta. Apre il gruppo detto politico, ovvero il priore con il consiglio e il suo seguito di valletti. Segue il gruppo detto nobiliare, nel quale figurano gentiluomini, le dame e la dama di Giostra, con il seguito di paggi e valletti. Il gruppo equestre e' determinato dalla presenza del cavaliere di giostra con il suo padrino, il portalancia, il portanome ed altri cavalieri di scorta. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog