Cerca

Cultura: a Palazzo Madama di Torino ''Le filippiche'' di Cicerone

Cultura

Torino, 6 giu. (Adnkronos) - Prosegue a Palazzo Madama di Torino il ciclo ''I Grandi discorsi della democrazia'', curato dal Comitato Scientifico di Biennale Democrazia, presieduto da Gustavo Zagrebelsky. Gli appuntamenti ripercorrono la storia dei discorsi e delle orazioni politiche, degli infuocati dibattiti parlamentari, delle allocuzioni che hanno segnato la storia del nostro Paese e delle democrazie, non solo occidentali. Ogni appuntamento ha la durata indicativa di un'ora ed e' curato da un presentatore illustre - uno studioso, un giornalista o un protagonista del dibattito pubblico - al quale viene anche affidato il compito di presentare il discorso, offrirne un inquadramento storico e linguistico e commentarne i passaggi piu' rilevanti.

Domani alle ore 21 viene proposta una serata dedicata al celebre oratore e console Marco Tullio Cicerone e alla sua Sesta Filippica, che trae il nome proprio dalle invettive del grande oratore greco Demostene contro Filippo di Macedonia, protagonista del precedente appuntamento di maggio. Cicerone ha invece come bersaglio il tribuno Antonio che diventa bersaglio di 14 orazioni, tenutesi nel giro di 6 mesi, tra il settembre 44 e l'aprile del 43 a.C., in diversi luoghi-simbolo della Roma antica, come il Senato e il Foro.

Cicerone, ''un plebeo che si e' fatto da se''', come ricorda nella sua orazione, difendera' la liberta' del popolo romano e paghera' con il proprio sangue l'affronto al potere costituito. L'incontro e' a cura di Giuseppina Magnali, Presidente del Corso di Studi Triennale in Lingue e Letterature Moderne della Facolta' di Lingue e Letterature Straniere dell'Universita' di Torino. Nel 2001 ha ricevuto il premio della cultura patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ''per la pregevole attivita' svolta nel settore della Saggistica''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog