Cerca

Libri: Formigoni, non considerare cultura come perdita di tempo e denaro

Cultura

Monza, 6 giu. (Adnkronos) - ''La cultura non deve essere considerata come una perdita di tempo e di denaro ma come un fattore di crescita''. A sostenerlo e' il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, in occasione del secondo Forum mondiale dell'Unesco, che si tiene a Villa Reale di Monza, su 'Il libro domani: il futuro della scrittura'.''Stiamo osservando con attenzione - ha sottolineato Formigoni - alla evoluzione del libro da splendido oggetto a e-book. Rimane il contenuto straordinario e vogliamo sempre piu' gente che si avvicini alla cultura e alla lettura''.

La Lombardia e' la regione in cui si concentra il 65,6% del fatturato complessivo dell'editoria nazionale - ha osservato Formigoni - e l'indice di lettura nella regione e' pari al 53,8% rispetto al 45,1% nazionale. Il fatto poi che per la seconda volta l'Unesco abbia scelto la Villa Reale di Monza per il suo Forum - ha aggiunto - dimostra che stiamo diventando la capitale culturale e ci candidiamo ad ospitarlo anche nel 2013''.Nel corso del suo intervento Formigoni ha ricordato come tutti i settori, anche quello dell'editoria ''debba mettersi al passo con i tempi e adeguarsi alle richieste del mercato'' osservando he il passaggio al digitale puo' anche spaventare ''ma sono convinto - ha detto - che si tratti di una grande opportunita' di crescita per le imprese che vogliono rimanere sul mercato e anzi rafforzare la loro posizione''.

In ogni caso, ha osservato ''il passaggio alla editoria digitale non potra' essere casuale o lasciato in balia delle mere leggi di mercato. Occorreranno cautele e regole che preservino il patrimonio millenario che ini ad oggi e' stato costituito dal libro, cosi' come lo abbiamo conosciuto, nelle sue pagine di carta''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog