Cerca

Musei: chiusa a Palermo assemblea Icom Italia, esperienze di gestione a confronto

Cultura

Palermo, 6 giu. - (Adnkronos) - Piu' luci che ombre nei beni culturali siciliani e, soprattutto, un grande interesse per la gestione delle aree archeologiche dell'Isola. L'assemblea di "Icom Italia", il comitato nazionale della piu' importante associazione mondiale del settore museale, riunita per la prima volta a Palermo, ha fatto il punto sulle idee e sulle metodologie elaborate in Italia e in Sicilia per garantire una corretta gestione del patrimonio culturale e delle istituzioni museali. Due giorni di studio, nell'ambito della collaborazione con la Regione siciliana, che hanno visto gli studiosi impegnati nell'assemblea nazionale dell'International Council of Museums e, a seguire, con il convegno "Musei, territorio, archeologia" che ha messo a confronto le diverse esperienze.

"E' stata un'occasione importante - ha detto l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identita' siciliana, Sebastiano Missineo, che ha aperto la sessione conclusiva - per proporre il nostro modo di fare cultura, che e' in grande dinamismo. Entro settembre metteremo a bando i servizi aggiuntivi per rinnovare l'offerta culturale. Ma, allo stesso tempo, stiamo lavorando per aumentare i flussi di visitatori che spesso non sono soddisfacenti. Possiamo contare - ha spiegato - su 5 o 6 siti che vantano un numero di presenze superiori alle centomila unita', ma la sfida e' di moltiplicare le visite anche in quei luoghi che, in questo momento, non offrono numeri significativi".

"Il nostro progetto - ha detto ancora Missineo - e' quello di creare una rete per fare in modo che chi va in un sito di grande interesse possa anche essere interessato da uno piu piccolo, ma non per questo meno affascinante. Un esempio, su scala piu' ampia, e' il distretto siculo-greco-romano dove potremmo mettere a sistema Caltagirone, la Villa del Casale d i Piazza Armerina, Aidone con la Dea di Morgantina e gli scavi del sito di Morgantina". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog