Cerca

Lavoro: Lombardia, +8,4% neolaureati assorbiti da sistema imprese (2)

Economia

(Adnkronos) - Secondo la ricerca, a distanza di 3 anni dalla laurea i contratti si stabilizzano per oltre 1/3 dei laureati. Chi gia' aveva un tempo indeterminato generalmente infatti lo mantiene, anche i contratti di apprendistato e inserimento lavorativo in grande prevalenza si trasformano in tempi indeterminati. Piu' difficile la situazione di chi 3 anni fa aveva un somministrato o un tempo determinato, che passa a un tempo indeterminato in 1/3 dei casi, e ancor di piu' per chi aveva una collaborazione o un contratto intermittente. In questo caso approdare a un tempo indeterminato avviene solo in 1 caso su 6.

Il principale settore in cui lavoro nel 2010 continua ad essere quello dell'istruzione (15,2% del totale di inserimenti lavorativi), seguito dalla sanita' (6,5%), dall'informatica (5,2%) e dai servizi finanziari e assicurativi (5,1%) e dall'industria meccanica (4,7%). Rispetto alla situazione del 2009, cresce la domanda di laureati da parte delle filiali commerciali delle multinazionali (commercio all'ingrosso +363 laureati, +28,5%), delle banche (servizi finanziari e assicurativi +345), dell'informatica (+322) e della meccanica (+328). Proporzionalmente significativa anche la crescita dell'alimentare (+42,9%) delle attivita' immobiliari (+34,8%), delle costruzioni (+26,1%), del commercio al dettaglio (+22,3%).

Decisamente piu' difficile la situazione per l'istruzione (-539 inseriti, pari al -9,1%) e per l'assistenza sociale (-81, -4,8%), in diminuzione anche la domanda di attivita' ricreative (-6%), logistica e i trasporti (-5,3%) e attivita' professionali (-4,4%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog