Cerca

Siria: Damasco, false le foto del bambino torturato

Esteri

Damasco, 6 giu. - (Adnkronos/Aki) - La vicenda di Hamza al-Khatib, il 13enne siriano morto ad aprile durante le proteste contro il presidente Bashar al-Assad e diventato il volto simbolo della rivolta, sarebbe stata inventata da ''sabotatori'' che hanno ''manipolato la verita''' servendosi di foto ''modificate per realizzare i loro sporchi obiettivi''. Cosi' un comunicato di Damasco, trasmesso ai media dall'ambasciata a Roma, commenta la storia di al-Khatib, che secondo gli attivisti siriani sarebbe stato torturato ed evirato dalle forze di sicurezza.

''E' stata accertata, tramite prove scientifiche, tecniche e giudiziarie, la mancanza di tracce di violenza o di tortura sul corpo del bambino, sia quando era ancora in vita sia dopo la sua morte, eccetto per i colpi di arma da fuoco con cui e' stato ferito'', si legge nella nota, secondo la quale Assad ha creato una Commissione di esperti del ministero degli Interni, della Polizia e delle Forze armate per verificare i fatti.(segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog