Cerca

Universita': Rettori Cagliari e Sassari contro pochi posti formazione giovani a insegnamento (2)

Cronaca

(Adnkronos) - ''Le ragioni di questa scelta del ministro - spiegano Melis e mastino - sono legate alla diminuzione degli alunni, ai drastici tagli lineari all'istruzione scolastica, all'innalzamento a 65 anni dell'eta' pensionabile delle donne nel pubblico impiego, alla presenza di lunghissime graduatorie di aspiranti insegnanti e soprattutto all'obiettivo di non ingenerare false aspettative e di non formare nuovo precariato''.

''Ma il presunto rimedio e' peggiore del male. Infatti ha come effetto il continuo progressivo invecchiamento del corpo docente - spiegano i due rettori sardi -, la demotivazione e l'allontanamento dall'insegnamento dei giovani migliori, a causa della chiusura dei percorsi formazione di insegnanti per la scuola secondaria. Con la conseguenza di far pagare alle giovani generazioni errori di politica del personale degli anni decorsi, i cui effetti si vedono poi anche nei risultati di apprendimento degli studenti''.

''E' necessaria e urgente un'inversione di rotta - concludono - , finalizzata a ripristinare una fisiologia nel turnover di insegnanti che consenta di immettere nella scuola insegnanti preparati e anche giovani, non precari e non pendolari sempre in fuga''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog