Cerca

Ruby, ''violata corrispondenza privata del premier''. Nuovo legale per la marocchina

Cronaca

Milano, 6 giu. (Adnkronos/Ign) - La corrispondenza privata di Silvio Berlusconi è stata 'violata' nell'ambito delle indagini condotte dalla Procura di Milano sul caso Ruby, nel quale il premier deve rispondere di prostituzione minorile e concussione.

E' quanto hanno sostenuto i difensori del presidente del Consiglio davanti ai giudici del processo avviato sul caso della giovane marocchina.A loro giudizio, infatti, la Procura di Milano ha ottenuto documentazione bancaria riferita a Silvio Berlusconi ''senza l'autorizzazione della Camera di appartenenza''. La documentazione bancaria, infatti, soprattutto se si parla di estratti conto, rappresenta ''una forma di corrispondenza privata che, come tale - ha sottolineato Ghedini - va trattata''.

In altre parole ''la Procura - aggiuge il legale - non poteva apprendere quella documentazione che allo stato è inutilizzabile''. Non solo, sempre a giudizio dei legali, ogni provvedimento che si basa anche su quella documentazione è ''viziato, e non può essere considerato valido''.

Nell'udienza di questa mattina i legali del premier hanno esaurito, con la questione relativa alla documentazione bancaria, alla formazione del fascicolo e alla notifica degli atti, la lunga serie di eccezioni davanti ai giudici.

In aula, per il caso Ruby, si tornerà il 14 giugno quando i pm Ilda Boccassini e Antonio Sangermano replicheranno alle questioni proposte dalla difesa. Su tutte le eccezioni i giudici risponderanno con una ordinanza che con ogni probabilità verrà letta il 18 luglio.

Intanto Ruby Karima ha annunciato un nuovo cambio di legale. L'annuncio è stato dato nell'aula del procedimento milanese. All'avvocato Paola Boccardi, succede da oggi Egidio Verzini del foro di Verona. "Cosa volete che vi dica, dalle mie parti sono conosciuto" dice il nuovo legale, rispondendo alle domande dei giornalisti in una pausa del processo sui motivi che hanno spinto la ragazza a cambiare, per la quarta volta, la sua difesa. "Adesso non posso dirvi nulla - aggiunge - solo che sono stato chiamato la settimana scorsa".

Dallo studio dell'avvocato Paola Boccardi, ultimo difensore in ordine di tempo di Ruby, fanno sapere di essere all'oscuro formalmente dei motivi del cambio di legale. Prima di Verzini, Ruby Karima aveva nominato, in ordine temporale, l'avvocato Giuliante, Massimo Di Noia e infine Paola Boccardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog