Cerca

Calcio: Mazzoni (Pdl), si e' messa in moto anche macchina del fango

Cronaca

Firenze, 6 giu. - (Adnkronos) - ''Ancora una volta, insieme alla macchina della giustizia, si e' messa in moto, implacabile, la macchina del fango. L'inchiesta sul calcioscommesse, infatti, e' l'ennesimo colabrodo da cui filtra di tutto, comprese dichiarazioni a ruota libera la cui rilevanza penale e' tutta da verificare''. Lo scrive, in una nota, il deputato Riccardo Mazzoni, membro della direzione nazionale del Pdl.

''Il meccanismo e' perverso - sostiene Mazzoni -. Basta che un inquisito, non si sa quanto attendibile, dica di aver saputo da terzi - e dunque senza addurre alcuna prova - che alcune partite di serie A sono state truccate, perche' la grancassa mediatica si metta in azione con titoli che danno per certo il coinvolgimento delle societa' indicate, probabilmente diffamate. Lo stesso e' successo per il calciatore De Rossi, finito sulle prime pagine di tutti i giornali pur non avendo nulla a che fare col calcioscommesse''.

''Il problema e' sempre lo stesso: i verbali delle Procure vengono diffusi in tempo reale, e cosi' strumenti che dovrebbero essere di garanzia per gli imputati si trasformano invece in pubbliche condanne anticipate - accusa il parlamentare del Pdl -. Non solo: nel tritacarne finiscono anche persone o societa' che gli stessi magistrati dichiarano non aver nulla a che fare con l'inchiesta. Ma la storia delle inchieste giudiziarie degli ultimi vent'anni, purtroppo, sembra non aver insegnato nulla a nessuno''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog