Cerca

Energia: Zaia, doveroso portare avanti riconversione centrale Enel Porto Tolle

Economia

Mestre (Venezia), 6 giu. - (Adnkronos) - "E' doveroso portare avanti questa riconversione. C'e' stata questa doccia fredda del Consiglio di Stato che ci dice che la riconversione con la procedura messa in piedi non e' possibile. Lasciamo il tempo ai legali di valutare bene la sentenza. E noi troveremo la soluzione che e' quella di avere al nostro fianco il ministero dell'Ambiente". Cosi' il presidente del Veneto, Luca Zaia, ribadisce la posizione della Regione sulla riconversione a carbone della centrale Enel di Porto Tolle.

Al suo arrivo al teatro Toniolo di Mestre per l'assemblea di Confindustria Venezia, il governatore del Veneto e' stato accolto da una delegazione di lavoratori dell'impianto e ha firmato di buon grado la petizione che vede gia' piu' di 4.000 sottoscrittori a favore della riconversione della centrale.

Rivolto ai lavoratori Zaia ha spiegato che "se si decidesse di azzerare la procedura per rifare tutto , significherebbe andare all'anno zero e ripartire dall'idea. E noi non vogliamo invece perdere sei anni di lavoro che e' stato fatto, nel rispetto del territorio e dell'ambiente". "Troviamo quindi il modo di interloquire in maniera pulita, sincera, convinta con il consiglio di Stato e con la magistratura - ha concluso Zaia - in modo tale che si possa trovare una soluzione. A me interessa solo che i lavoratori possano lavorare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog