Cerca

Lavoro: Piemonte, nel 2010 cresce del 10,2% il numero di chi cerca occupazione

Economia

Torino, 6 giu. - (Adnkronos) - Anche nel 2010 gli effetti negativi della crisi economica internazionale hanno continuato a manifestarsi sul mercato del lavoro piemontese. Gli occupati nella regione a fine anno ammonta a 1.8 mln, circa 16mila in meno rispetto al 2009 (-0,9%). Il calo dell'occupazione riguarda la componente maschile (-1,8%), a cui si contrappone un incremento di quella femminile (+0,4%). Il tasso di occupazione della popolazione in eta' 15-64 anni risulta pari al 63,5%, lo 0,5% in meno rispetto al 2009. E' quanto emerge dalla 18esima edizione di 'Piemonte in cifre 2011', l'annuario statistico regionale presentato oggi.

La contrazione dell'occupazione scaturisce dalle flessioni delle unita' lavorative nei settori delle costruzioni (-4,9%) e dei servizi (-1,8%). Al contrario, l'agricoltura registra un significativo aumento del livello occupazionale (+4,6%) ed e' positiva anche la variazione rilevata per il settore dell'industria in senso stretto (+2,0%). Parallelamente al calo dell'occupazione, il 2010 registra un notevole aumento delle persone in cerca di occupazione (+10,2%), che passano da 137mila unita' a 151mila. Il tasso di disoccupazione sale al 7,6% (era pari al 6,8% nel 2009).

Le condizioni di deterioramento del mercato del lavoro piemontese nel 2010 risultano evidenti anche nel massiccio ricorso delle imprese agli ammortizzatori sociali: le ore totali di cassa integrazione guadagni autorizzate nel 2010 sono circa 186 milioni, con un incremento del 12,7% rispetto al 2009.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog