Cerca

Miss Padania: la vincitrice Jessica, non ce l'ho con le ragazze del sud

Cronaca

Roma, 6 giu. - (Adnkronos/Ign) - "Io non ho niente contro le extracomunitarie, tanto meno contro le ragazze del Sud. Ritengo comunque che a Miss Padania, essendo un concorso legato al territorio Nord, sarebbe giusto che vi partecipi chi ha radici settentrionali". Cosi' Jessica Brugali, tredicesima reginetta di bellezza del concorso patrocinato dalla Lega Nord, intorno alle critiche dopo le sue dichiarazioni.

"Sono stata solo fraintesa. Non sono razzista: ho ricevuti commenti sgradevoli anche sulla mia pagina Facebook", aggiunge a IGN, testata online del Gruppo Adnkronos, la 18enne bergamasca padana doc: e' bionda, alta 1,70, occhi e carnagione chiari. E oggi un titolo di Miss Padania. Un'edizione disertata dal suo ideatore Umberto Bossi (il concorso di bellezza e' fondato dal Senatur nel 1998).

"Peccato non ci sia stato alla mia incoronazione", dice Jessica, "mi avrebbe fatto piacere la sua presenza ma sono contenta per la vittoria" Un vittoria "inaspettata", dichiara la nuova miss Padania. "Dopo una settimana di dure prove ho avuto alla fine il mio 'regalo'. Non me l'aspettavo questa titolo, sono molto soddisfatta - ribadisce -. Non e' stato facile, c'erano molto concorrenti da sfidare, tra le quali tante che sapevano cantare o ballare bene. Pero' ce l'ho fatta e spero di avre qualche occasione adesso". Magari nel cinema, visto che e' la sua passione. "Ora voglio terminare gli studi (frequenta il liceo linguistico, ndr) ma a settembre vorrei iscrivermi ad un corso di recitazione". Idee chiare per Jessica, 18 anni. Ma quanto alla politica, aggiunge: "Se si votasse oggi ? Non ci ho ancora pensato", ammette, "ma essendo cresciuta al Nord, i miei ideali sono vicini a quelli della Padania".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog