Cerca

Pdl-Lega, premier: taglio tasse? Vedremo. Via libera ad 'uffici ministeriali' al Nord

Politica

Roma, 6 giu. (Adnkronos/Ign) - "Il vertice è andato bene, bene. Ha già detto tutto Alfano...", ha affermato il presidente del Consigli a proposito del vertice Pdl-Lega. Il premier ha parlato lasciando palazzo Grazioli per dirigersi a piazza di Siena per le celebrazioni del 197° anno dell'Arma dei carabinieri. Il governo andrà avanti per tutta la legislatura? ''Sì, assolutamente sì''

Del candidato premier per le elezioni del 2013 "non se ne è parlato", ha poi affermato il Cavaliere aggiungendo: con Bossi e Tremonti c'è accordo sul fisco. E a chi gli domandava se dal vertice fosse scaturito un via libera al taglio delle tasse, ha risposto: "E' programmata la riforma fiscale. Poi vedremo cosa si potrà fare". Insomma, ''noi vogliamo sempre farlo. Bisogna vedere se le condizioni ce lo consentono. L'intenzione è quella". Teme i referendum? ''Perché dovrei, vedremo cosa pensa la pubblica opinione e ci adegueremo''.

Dal vertice di Arcore emerge qualche novità sul trasferimento di 'uffici ministeriali'. Non sarà dunque un trasloco dei ministeri al Nord, come chiesto dalla Lega. Ma nell'accordo tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi rientrerebbe anche l'apertura in città, che non sia Roma, di uffici di rappresentanza dei ministeri ''altamente operativi''. I ministeri più 'accreditati' ad aprire uffici ''operativi'' al Nord, sarebbero proprio le Riforme e la Semplificazione, guidati rispettivamente dai leghisti Bossi e Calderoli.

La maggioranza è solida, il rapporto tra Bossi e Berlusconi, e quindi tra Lega e Pdl, è ulteriormente rafforzato, con il governo che intende completare la legislatura garantendo stabilità e riforme. Così il ministro della Giustizia e neo segretario del Pdl Angelino Alfano aveva riassunto l'esito del vertice parlando con i giornalisti all'uscita della residenza del premier di villa San Martino.

"Abbiamo parlato dei due anni di governo che ci attendono e della coalizione. E' stato un incontro tra due leader, Umberto Bossi e Silvio Berlusconi e una squadra che insieme ha governato bene il Paese. Il nostro obiettivo - ha spiegato Alfano ai giornalisti - è quello di completare il programma arrivando alla conclusione della legislatura nel 2013".

Il vertice tra Pdl e Lega è durato complessivamente poco più di tre ore e al termine dell'incontro il presidente del Consiglio ha lasciato Arcore in elicottero per recarsi a Roma. "Ciò che importa politicamente è che si è ulteriormente rafforzata la volontà di andare avanti per concludere la legislatura. Il rapporto tra Pdl e Lega e tra Bossi e Berlusconi è solido - ha aggiunto Alfano - e consente a questo Paese di avere una maggioranza in grado di assicurare stabilità e riforme".

Inoltre, "abbiamo ricordato che questa coalizione è in grado di governare l'Italia per cinque anni e di fare le riforme a differenza dei governi della sinistra. Non abbiamo verifiche da fare, siamo un'alleanza collaudata e robusta".

Per quanto riguarda l'obiettivo del pareggio di bilancio nel 2014 "è confermato e tutto ciò andrà fatto secondo i tempi previsti e secondo i vincoli che la Ue ci assegna" ha detto il ministro della Giustizia e, quanto alla manovra di bilancio, Alfano ha spiegato che "c'è stata solo una discussione di ordine generale e non era questa la sede per entrare nel dettaglio".

"Non abbiamo parlato di vicepremier" ha poi assicurato il nuovo segretario del Pdl. Quanto alla successione dello stesso Alfano al ministero della Giustizia, il Guardasigilli ha risposto: "Se ne parlerà nelle prossime giornate o nelle prossime settimane, quando sarà definita la mia nuova funzione attraverso la modifica dello statuto del Pdl".

Ad Arcore, in mattinata, sono arrivati il leader della Lega Umberto Bossi e il ministro dell'economia Giulio Tremonti. Presenti al vertice anche i ministri leghisti Calderoli e Maroni, oltre al capogruppo alla Camera Marco Reguzzoni, al segretario della Lega Giancarlo Giorgetti e a Renzo Bossi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog