Cerca

Milano: 'Avvenire' al 'Giornale', contro Tettamanzi opera mistificatoria

Cronaca

Citta' del Vaticano, 7 giu. (Adnkronos) - Il direttore di 'Avvenire', Marco Tarquinio, torna oggi a polemizzare con il 'Giornale' che ieri, nuovamente, ha attaccato il cardinale Dionigi Tettamanzi, arcivescovo di Milano, il quale avrebbe offerto il proprio sostegno al candidato di centrosinistra Giuliano Pisapia nelle recenti elezioni amministrative. 'Avvenire' definisce gli attacchi del 'Giornale' all'arcivescovo ''una mistificazione''. Gia' nei giorni scorsi 'Avvenire' e il 'Giornale' si erano confrontati con una certa asprezza sullo stesso tema, ieri poi, un lungo editoriale di Magdi Cristiano Allam metteva sotto accusa direttamente Marco Tarquinio e il cardinale, il quale avrebbe fatto considerazioni con i giornalisti, nel corso di un grande appuntamento religioso, interpretabili come un assenso alla linea Pisapia.

Non solo: il direttore di 'Avvenire' e' stata anche accusato dal 'Giornale' di voler ''mettere il bavaglio'' ai critici del cardinale. Il giornale della Cei torna oggi su quelle che definisce accuse inconsistenti. ''Toni a parte -scrive Tarquinio- gli addebiti sono tanto seri, perche' riferiti a concetti alti (diritto di critica, liberta' di espressione), quanto assolutamente inconsistenti per argomentazioni e sostanza''.

Domenica scorsa durante la festa con i cresimandi il cardinale -spiega il direttore di 'Avvenire'- ha pronunciato ''gesti e parole che in quel mio articolo (uscito domenica, ndr) avevo volutamente e largamente ripreso anche dalla stringata (ma corretta ed efficace) cronaca, che lo stesso Giornale aveva riservato all'incontro nella sua edizione milanese di venerdi'''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog