Cerca

Batterio killer: Martini, in Italia nessun pericolo di contagio diretto

Cronaca

Roma, 7 giu. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - "In Italia non esiste alcun pericolo di contagio diretto". Lo sottolinea il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, intervenuta oggi ad 'Agora'' su RaiTre. "Nel nostro Paese non abbiamo casi. Abbiamo assistito a un fenomeno di allarmismo ingiustificato e pericoloso: frutta e verdura rappresentano elementi fondamentali per la nostra buona salute. E il batterio al momento potrebbe provenire anche da qualcos'altro: dunque, nel dubbio non dovremmo mangiare nulla? Tutti i casi di contagio sono concentrati in Germania e anche all'estero ha riguardato pazienti" collegati con questo Paese.

Insomma, no agli allarmismi ingiustificati. Martini invoca un equilibrio tra "norme igieniche" e "informazioni corrette. Il sistema di allerta rapido europeo e' tra i migliori del mondo e la sicurezza alimentare nel nostro Paese e' stringente. La fonte del contagio deve emergere" ancora, ammette il sottosegretario, ma nel frattempo e' opportuno rispettare le norme igieniche senza troppi allarmismi, "ricordando anche che il calore uccide il batterio".

Martini sottolinea che il ministero si e' attivato e ha sequestrato e analizzato tonnellate di vegetali, "con risultati tutti negativi". E se finora i sospetti, poi smentiti, si sono concentrati su vegetali come cetrioli e germogli di soia, in passato anche carne e latte crudi sono state fonti di infezione da E. coli, conclude Martini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog