Cerca

Terni: movimenti per 14 mln di euro, Gdf scopre prestanome e denuncia imprenditore

Cronaca

Terni, 7 giu. - (Adnkronos) - La compagnia della Guardia di Finanza di Terni ha individuato un ternano di 50 anni, gia' titolare di una attivita' di rivendita di autovetture, ma prestanome di una persona di Roma che tra il 2006 e il 2007 ha effettuato, movimenti di capitale per circa 14 milioni di euro, soprattutto riferiti a rapporti con societa' con sede in Austria, Germania, Olanda e Belgio. A fronte degli ingentissimi movimenti di denaro sui propri conti bancari, il soggetto per il 2006 ha presentato una dichiarazione con reddito pari a zero, per il 2007 ha ritenuto di non perdere nemmeno tempo a presentare alcuna dichiarazione dei redditi o Iva.

La Guardia di Finanza di Terni, a quel punto, ha elevato un primo verbale, contestando al ternano, circa 17 milioni di euro di ricavi sottratti a tassazione. Le indagini della Guardia di Finanza pero' sono proseguite ed hanno permesso di accertare che il ternano, nullatenente, si era limitato a mettere la firma su tutte le operazioni, ricevendo ,verosimilmente, in cambio piccoli compensi: in sostanza emergeva che ci si trovava di fronte a una classica testa di legno, cioe' ad un prestanome.

Gli accertamenti dei finanzieri di Terni, passati attraverso una attenta lettura delle carte bancarie e della contabilita', hanno poi pero' consentito di individuare il reale soggetto artefice delle operazioni di acquisto e di rivendita di autovetture, che e' risultato risiedere a Roma; quest'ultimo nominativo e' stato segnalato alla Guardia di Finanza di Roma, e ha gia' consentito l'avvio di ulteriori attivita' di accertamento da parte dei reparti della Capitale per recuperare i 17 milioni di euro sottratti a tassazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog