Cerca

M.O.: Netanyahu, incendio moschea e' un atto criminale

Esteri

Gerusalemme, 7 giu. - (Adnkronos) - Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu ha duramente condannato l'incendio di una moschea vicino Ramallah, attribuiti a coloni estremisti. "Spero che gli incendiari vengano individuato il piu' presto possibile e puniti- ha affermato- questo e' un atto criminale fatto per provocare". "La liberta' di religione -ha aggiunto- e' un principio centrale dello stato d'Israele".

La condanna di Netanyahu si riferisce all'incendio appiccato nella notte ad una moschea del vilaggio palestinese di Maghayer. Sui muri dell'edificio sono state trovate scritte in ebraico. Fra loro il nome di Alei Ayin, un avamposto illegale dei coloni che e' stato recentemente demolito dalle forze di sicurezza israeliane. Si legge anche l'espressione "price tag" che si riferisce ad azioni di rappresaglia compiute dai coloni estremisti in risposta ad azioni del governo. Le fiamme hanno provocato danni materiali alla struttura, ma non vi sono stati feriti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog