Cerca

Cinema: il miglior cinema dell'Estremo Oriente ad Asian Film Festival

Spettacolo

Roma, 7 giu. - (Adnkronos/Cinematografo.it) - La IX edizione dell'Asian Film Festival, in programma dall'11 al 18 giugno a Reggio Emilia, presenta oltre trenta pellicole provenienti dalle floride industrie cinematografiche di Cina, Giappone, Corea del Sud e Hong Kong, oltre a offrire uno sguardo su registi emergenti da Taiwan, Singapore, Vietnam e dalla Malesia. La retrospettiva dedicata a Peter Chan presenta in anteprima nazionale Wu Xia.

"Da segnalare il ritorno di un'autrice apprezzata come Clara Law, con Like a Dream'', spiega Antonio Termenini, direttore del Festival che, sui sedici film in concorso aggiunge: ''Il Giappone si segnala per la raffinata incursione nella famiglia disfunzionale di Household X del giovanissimo Yoshida Koki e l'emozionante confronto generazionale di Haru's Journey del veterano Kobayashi Masahiro. Da non sottovalutare anche le gelide strade della vendetta di Cold Fish di Sono Sion, enfant terrible del nuovo cinema giapponese''.

''Da Taiwan -prosegue Termenini- si segnala il ritorno di Chung Mong-hong con il suo The Fourth Portrait, un sentito ritratto di un ragazzino che deve confrontarsi con la morte del padre e il difficile processo di crescita. Ancora piu' attesa per When Love Comes, nuovo lungometraggio di Chang Tso-chi. Dalla Cina spazio ai giovani apatici di Winter Vacation di Li Hongqi e alla nuova indagine esistenziale della promettente Li Yu di Buddha Mountain, reduce dalla controversia per il precedente Lost in Beijing, bandito dalla censura cinese''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog