Cerca

Cinema: il miglior cinema dell'Estremo Oriente ad Asian Film Festival (2)

Spettacolo

(Adnkronos/Cinematografo.it) - ''Dalla Corea del Sud -aggiunge ancora Termenini- da non perdere l'intenso Dance Town, film indipendente di Jeon Kyu-hwan, rappresentazione della solitudine di una grande metropoli come Seoul e dei suoi abitanti. In concorso anche l'ultimo film della hongkonghese Ann Hui, All About Love, profonda digressione sull'identita' di genere e l'orientamento sessuale di due donne di mezza eta'. Per chiudere -conclude- una segnalazione per i giochi verbali e le astuzie retoriche dello spigliato White Days di Lei Yuan Bin, raffigurazione vitale dei giovani di Singapore''.

Oltre ai film in concorso, Asian Film Festival presenta anche una nutrita sezione Fuori Concorso, dedicata ad autori gia' conosciuti, che quest'anno vedra' la presenza degli ultimi film di Kitano Takeshi, Miike Takashi, Hong Sang-soo, Tran Anh Hung e Chen Kaige, oltre a uno sguardo agli autori emergenti nella sezione Newcomers, con due pellicole inedite da Taiwan.

L'attenzione e' pero' anche e soprattutto alla retrospettiva, quest'anno dedicata a un autore eclettico e sensibile come Peter Chan, cui verra' consegnato il premio alla carriera. Peter Chan, autore di opere che hanno attraversato tutti i generi con sguardo personalissimo, dalla commedia al melodramma, dal musical al film storico, presentava quest'anno fuori concorso a Cannes il suo ultimo Swordsmen (Wu Xia), divertente mystery in costume che verra' proiettato in anteprima italiana al festival. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog