Cerca

Toscana: Consiglio regionale, convegno su crisi e sviluppo

Cronaca

Firenze, 7 giu. - (Adnkronos) - Una difficile crescita economica genera disuguaglianza sociale e i dati lo confermano. Ma la politica, indicando vie di sviluppo in grado di coniugare il profitto con i diritti e la dignita' di chi lavora, puo' aiutare a fare in modo che anche da una difficile crescita economica, se governata, si possono trarre indicazioni utili ad affermare un'economia equa ed equilibrata, dove la persona e' al centro dei processi, perche' il guadagno non puo' sfociare in sfruttamento.

Questo e' quanto e' emerso dal convegno ''Se una difficile crescita genera disuguaglianza'' organizzato dall'Istituto di studi politici Branzi di Firenze e svolto nella Sala Affreschi di Palazzo Panciatichi, sede del Consiglio regionale, con la partecipazione della presidente e del vicepresidente della commissione Sviluppo economico dell'Assemblea toscana, Caterina Bini (Pd) e Nicola Nascosti (Pdl), che hanno evidenziato quel che puo' fare la politica.

A completare il quadro dei relatori, il segretario dell'istituto Branzi, Francesco Butini, e l'economista Alessandro Esperti del Centro europeo per le radici cristiane di Firenze. Fra il pubblico, oltre alla portavoce dell'opposizione, Stefania Fuscagni, imprenditori e dirigenti d'azienda assieme a rappresentanti sindacali. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog