Cerca

Animali: Lav, a Verona una condanna per maltrattamento pony

Cronaca

Roma, 7 giu. - (Adnkronos) - Una condanna per maltrattamento su animali a Verona. Dodici pony di un allevatore di Castelnuovo, nel veronese, ''vivevano immersi nel fango e negli escrementi, in recinti angusti, con il mantello completamente incrostato e gli zoccoli lunghissimi'', riferisce la Lega Anti Vivisezione. Questa la scena drammatica apparsa ai volontari della Lav, intervenuti sul posto nel gennaio scorso a seguito di una segnalazione.

Immediato l'intervento del Corpo Forestale di Caprino Veronese che ha posto gli animali sotto sequestro e li ha affidati alla Lav di Verona. Il giudice ha condannato l'uomo al pagamento di un'ammenda di 2000 euro e ordinato il definitivo affido degli animali. "La mitezza della pena in rapporto alla gravita' del fatto si giustifica con la giusta considerazione che il giudice ha avuto per l'avanzata eta' del proprietario e per le condizioni miserrime in cui egli stesso vive. La confisca degli animali e l'affido definitivo all'associazione permette di garantire loro una vita futura in cui vengano finalmente rispettate le loro caratteristiche etologiche", afferma Lorenza Zanaboni, responsabile Lav di Verona.

"Oltre al codice penale, si sente forte la necessita' di una legge a tutela degli equidi", dice Nadia Zurlo, responsabile nazionale Lav Equidi. "Ricordiamo infatti che nel nostro Paese non esiste una normativa che disciplini la detenzione di questi animali, cosa che non solo costituirebbe un efficace strumento di contrasto alle tante situazioni irregolari che tuttavia non sconfinano nel reato, ma avrebbe anche una funzione educativa sui detentori di equidi", conclude Zurlo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog