Cerca

Chiesa: Zaccone, la Sindone non contiene tracce di pittura

Cultura

Roma, 7 giu. (Adnkronos) - La Sindone, il lenzuolo in cui secondo la tradizione fu avvolto il corpo di Cristo, potrebbe essere un'opera d'arte firmata da Giotto datata 1315. Una nuova lettura lanciata dal pittore e restauratore veneto Luciano Buso che non convince Gian Maria Zaccone, direttore del Museo della Sindone di Torino.

Parlando con l'ADNKRONOS, infatti, lo studioso spiega che questa "interpretazione e' da escludere. Per quanto riguarda l'ipotesi che si tratti di un'opera pittorica, bisogna dire che dagli esami del 1978 e' stato definitivamente stabilito che non vi siano tracce di pittura".

"L'interpretazione di Buso -continua- si basa su 'fantasmi di scrittura' o di scritte che dovrebbero esserci sulla Sindone ma che, per la verita', non appaiono e non ci sono. Di fatto, l'interpretazione di alcuni elementi legati all'irregolarita' della tela e all'irregolarita' della fotografia, sono interpretati secondo il proprio indirizzo di studio. Siamo nel regno delle ipotesi piu' fantasiose". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog