Cerca

Israele: comitato dimostranti, a Milano continueremo contestazione

Politica

Milano, 7 giu. - (Adnkronos) - "Ci saremmo aspettati dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia una maggiore comprensione degli obiettivi della kermesse" Unexpected Israel, "che non e' la semplice presentazione delle 'bellezze locali' e una maggiore attenzione alla necessita' di prendere le distanze dalle modalita' abituali della diplomazia degli enti locali. Noi continueremo le nostre iniziative di contestazione e controinformazione". Lo afferma in una nota il comitato "No all'occupazione israeliana di Milano, che ieri ha incontrato un rappresentante di Pisapia.

Piero Maestri, esponente di Sinistra Critica, aggiunge che "la notizia del mancato spostamento dell'esposizione israeliana da piazza Duomo non cambiera' in nulla la nostra volonta' di contestare e smascherare pacificamente l'operazione di ripulitura della politica israeliana. Non avevamo chiesto noi lo spostamento, semmai la cancellazione di una kermesse provocatoria e che segna per l'ennesima volta l'intromissione israeliana nella politica del nostro paese, complici i dirigenti delle 'nostre' istituzioni".

Il Comitato ringrazia comunque Pisapia "per aver mostrato rispetto e disponibilita' nel rispondere alla nostra richiesta, a differenza di Formigoni e Podesta' che nemmeno ci hanno degnato di una risposta, in merito all'evento 'l'Israele che non vi aspettate', che ha come sponsor e patrocinatori Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog