Cerca

Cultura: 'ContemporaneaMente', Paolo Mieli incontra Pier Luigi Battista

Cultura

Roma, 7 giu. (Adnkronos) - Un film cult per spiegare il cambiamento italiano. Per Paolo Mieli l'Italia cambia strada a bordo della Lancia Aurelia B24 che corre a 130 all'ora sull'omonima strada statale, l' Aurelia, nel 1962. Su quell'auto Bruno Cortona alias Vittorio Gassman e Robero Mariani - Jean Louis Trintignant, viaggiano verso il futuro lasciandosi alle spalle l'Italia contadina e analfabeta per incontrare quella del benessere, dei primi lussi del boom economico. Il Sorpasso, film capolavoro di Dino Risi, e' il tema scelto da Paolo Mieli, presidente di RCS Libri ed ex direttore del Corriere della Sera, che sara' intervistato da Pier Luigi Battista per il terzo incontro di ContemporaneaMente, all'Auditorium del MAXXI, giovedi' 9 giugno.

''E' un film anticipatore - afferma Mieli - che segna un passaggio cruciale per il Paese. L'Italia agricola, legata alle vecchie tradizioni arcaiche, lascia il posto a quella moderna e metropolitana. Nasce l'Italia di oggi''. Il Sorpasso e' dunque la metafora in chiave cinematografica dell'ingresso nella contemporaneita'. Due anni dopo sarebbero finiti i lavori dell'autostrada del Sole e gli italiani avrebbero scoperto l'euforia del viaggio. ''Dino Risi, da geniale regista qual'era - racconta ancora Mieli - usa ingredienti come ironia e battute comiche per narrare una vera ''tragedia greca''. E' infatti il personaggio cinico, cialtrone e inconcludente a sopravvivere. Lo studente timido, onesto e ingenuo, capitato li' quasi per caso, finisce schiantato sulla tragica curva di Calafuria, poco dopo il paese di Quercianella, sul lungomare toscano''.

Un film carico di simboli, un viaggio di iniziazione e insieme il primo road movie del cinema italiano. ''Ho conosciuto Dino Risi - conclude Mieli - era una persona di prim'ordine. Come molti personaggi del cinema di quegli anni, era un intellettuale fine e sottile, un uomo di ottime letture. Lui, in particolare, aveva la capacita' di fare un cinema estremamente raffinato, amato anche dal grande pubblico''. Durante l'incontro verranno proiettati brani del film e del documentario ''Una bella vacanza. Buon compleanno Dino Risi'' di Fabrizio Corallo, prodotto da 3D Produzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog