Cerca

Calcio: giocatrici Iran squalificate per velo, Ahmadinejad attacca la Fifa

Esteri

Teheran, 7 giu. - (Adnkronos/Aki) - L'Iran "affrontera' seriamente" la decisione della Fifa, la federazione mondiale del calcio, di vietare alle calciatrici della nazionale iraniana di affrontare la Giordania in una partita di qualificazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012 perche' indossavano un completo islamico che non rispettava le regole della federazione sportiva internazionale. E' quanto ha affermato il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, nel corso di una conferenza stampa a Teheran. "Ho ordinato di seguire la questione. Noi affronteremo seriamente la decisione presa da dittatori che della democrazia indossano solo l'abito", ha tuonato il presidente.

Venerdi' scorso la Fifa ha squalificato la nazionale di calcio femminile della Repubblica Islamica, dopo il rifiuto delle calciatrici di giocare a capo scoperto, come impone il regolamento. Da qui la decisione di imporre la vittoria a tavolino 3-0 a favore della Giordania, un risultato che ha eliminato la nazionale iraniana dalla corsa alle Olimpiadi, sollevando un vespaio di polemiche a Teheran.

La federazione di calcio iraniana ha annunciato immediatamente di voler ricorrere contro la squalifica. "Abbiamo apportato le correzioni richieste e ne avevamo anche discusso con la Fifa prima della partita", ha dichiarato Farideh Shojaei, responsabile del calcio femminile per la Federazione iraniana. Il presidente della Federazione iraniana, Ali Kafashian, ha perfino inviato al capo della Fifa, Sepp Blatter, una delle divise con cui le calciatrici iraniane sono scese in campo per dimostrare che e' conforme al regolamento della federazione mondiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog