Cerca

Teatro: grande palcoscenico Napoli, 33 spettacoli al Festival Italia (2)

Spettacolo

(Adnkronos) - Quest'anno Lepage torna a Napoli lanciando allo spettatore una nuova sfida con uno spettacolo che e' una sorta di sequel dell'ormai mitica Trilogie des dragons del 1985 (Le Dragon vert, Le Dragon rouge, Le Dragon blanc), la durata e' di un'ora e mezza. Seguono due prime assolute e una europea di danza, genere quest'anno molto presente al festival: Se'cheresse et pluie-recreation 2011 (spettacolo coprodotto dal Napoli Teatro Festival con il Festival di Edimburgo), firmato da Ea Sola, coreografa franco vietnamita di fama internazionale che propone una nuova versione di un suo famosissimo spettacolo del '95 che vedeva in scena danzatori non professionisti, donne di eta' compresa tra i 55 e gli 80 anni che durante la guerra in Vietnam avevano dovuto imbracciare il fucile.

Ora in palcoscenico ci sono 9 donne che non hanno fatto la guerra, ma sono state al fronte a consolare i soldati con il loro canto. La creazione dello spettacolo avverra' durante una residenza artistica al Teatro San Ferdinando. Dopo Ea Sola, andra' in scena all'Albergo dei Poveri, Sacrificium-Victims of musical sensuality e Le sacre du Printemps del coreografo brasiliano Ismael Ivo e Le trous du Ciel ed E'tude no. 1, coreografie della canadese Marie Chouinard, rispettivamente un balletto in un atto il primo, e un solo il secondo. Les Trous du Ciel arriva per la prima volta in Europa, vede quattordici danzatori in scena e si ispira alle peregrinazioni di una antica tribu' eschimese; E'tude no. 1 , invece, e' stato appositamente ideato per la danzatrice Lucie Mongrain e ha segnato il ritorno della Chouinard alla forma solista. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog