Cerca

Sardegna: Provincia Cagliari apre le porte al turismo coreano e asiatico

Economia

Cagliari, 7 giu. - (Adnkronos) - Un'offerta turistica mirata che possa attrarre nel territorio della provincia di Cagliari la popolazione coreana, e piu' in generale, quella dell'Asia orientale. E' un obiettivo raggiungibile secondo la rappresentante dell'Enit, Agenzia nazionale del turismo, Bo-Yeong Kim, in citta' con la delegazione coreana giunta in Sardegna nell'ambito del progetto 'La comunita' della longevita'', che questa mattina ha incontrato il presidente del consiglio provinciale di Cagliari, Roberto Pili, il presidente della commissione Cultura, Claudio Uccheddu, l'assessore al Turismo, Piero Comandini e il presidente della Provincia dell'Ogliastra, Bruno Pilia.

''Il mercato coreano - ha spiegato la rappresentante dell'Enit - e' molto attivo e recettivo, aperto a nuovi percorsi turistici, diversi da quelli che solitamente vengono proposti per l'Italia e per la Sardegna. Bisogna studiare nuovi pacchetti di promozione del territorio sardo in Corea, partendo dalla considerazione che, attualmente, i coreani scelgono la Sardegna principalmente per la luna di miele o per una vacanza di lusso''.

''Dal progetto della comunita' della longevita' - ha affermato Pili - iniziativa prettamente scientifico-culturale, stiamo creando le basi per un rapporto piu' ampio, che investe anche la sfera economico-turistica. E' un'opportunita' che dobbiamo assolutamente sfruttare e perseguire con incontri appositi. La Provincia di Cagliari ha una proposta talmente variegata che possiamo portare in Corea pacchetti turistici capaci di soddisfare varie tipologie di turisti''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog