Cerca

Rai, salta conferenza stampa di Santoro: ''Saluterò il pubblico nell'ultimo Annozero''

Politica

Roma, 7 giu. (Adnkronos/Ign) - Salta la conferenza stampa di ?Annozero?. La Rai ha deciso di annullare l?incontro di Michele Santoro con la stampa, previsto per questa mattina a via Teulada, molto atteso dopo la notizia del divorzio, e di un suo probabile passaggio a La7, tra il giornalista e l?azienda pubblica di viale Mazzini.

Da parte sua Santoro fa sapere che ?considerata la decisione della Rai?, ?saluterà il pubblico e i suoi colleghi? nell'anteprima dell'ultima puntata di Annozero di giovedì.

Per il resto ''non escludo di tornare a collaborare in Rai - ha detto il giornalista in un?intervista ad ?Agorà - è stata una delle cose che ho chiesto''. Il conduttore di ?Annozero? ha confermato di aver trovato un accordo con la Rai per una buonuscita di 2,3 milioni di euro. Sull'ipotesi di un suo passaggio a La7, Santoro se l?è cavata con una battuta: ''Andate a chiedere a Mentana''.

Saltata la conferenza, Santoro ha messo sul web il bilancio del suo lavoro in Rai, da 'Samarcanda' del 1988-89 ad 'Annozero' di quest'anno (che vanta finora una media di 5.773.128 spettatori con il 20,71% di share).

"Cari amici -scrive il conduttore in una nota introduttiva ai dati- pubblichiamo una tabella riassuntiva dalla quale risulta l'importanza di quindici edizioni dei nostri programmi per gli ascolti e la raccolta pubblicitaria della Rai, oltre che per l'immagine del servizio pubblico".

Poi il capitolo 'Annozero': "Grazie ad Annozero nella scorsa edizione Raidue è risultata complessivamente la rete leader del giovedì sera e Annozero per nove volte è risultato il programma piu' visto in assoluto. Questa performance e' stata nuovamente confermata anche quest'anno, ed Annozero per quindici volte e' stato il programma piu' visto". In conclusione: "In tutta la storia di Raidue la rete non aveva mai vinto un tale numero di prime serate", dice il giornalista prima di elencare i risultati dei programmi realizzati per Rai3 e Rai2 nell'arco di 22 stagioni televisive.

Ancora uno slittamento, intanto, per il pacchetto di nomine che il dg Lorenza Lei vorrebbe portare in Cda Rai per una riorganizzazione profonda dell'organigramma aziendale. Il Consiglio, che tornerà a riunirsi domani per proseguire l'esame dei palinsesti non ha all'odg le nomine. Al momento non è convocata la seduta di giovedì, che comunque si terrebbe solo nel caso che domani non si arrivasse alla presa d'atto da parte del Cda sui palinsesti. E non è ancora formalizzato l'odg (il termine ultimo è 48 ore prima).

Ma sembra in ogni caso che anche in un nuovo odg per giovedì non entreranno le nomine. Nemmeno il primo pacchetto 'tecnico': si tratta infatti di scegliere i titolari della nuova divisione Intrattenimento, della direzione Risorse Tv, della direzione del Personale, della divisione Radiofonia, della direzione Finanza e Controllo e delle due nuove strutture create il 26 maggio, su proposta del dg e nel quadro del 'riassetto organizzativo' dell'azienda, ovvero la Direzione Corrispondenti Esteri e la Direzione Ottimizzazione Utilizzo Risorse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog