Cerca

Sanita': Palermo, Villa Sofia centro regionale per cura cistite interstiziale

Cronaca

Palermo, 8 giu. - (Adnkronos) - L'ospedale di Villa Sofia dell'Azienda ospedaliera ''Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello'' e' stato individuato, con decreto assessoriale relativo alle malattie rare, come 'Centro unico di riferimento regionale per la diagnosi e la cura della cistite interstiziale'. La cistite interstiziale (Ic), chiamata anche sindrome del dolore pelvico, e' una malattia cronica della vescica che provoca dolore, urgenza e frequenza nella minzione (fino a 50 minzioni nei casi piu' gravi) e che puo' colpire tutte le donne dai 18 anni alla menopausa.

La cistite interstiziale e' diversa dalla comune cistite, causata da batteri specifici. Le lesioni di natura multipla dell'epitelio interno, a contatto con gli acidi presenti nelle urine, comportano un aumento della sensibilita' nervosa locale che regola il dolore e incrementa lo stimolo ad urinare a livello d'organo. Piuttosto sfaccettate sono le modalita' con cui i sintomi compaiono ed evolvono poi nel tempo e a rendere piu' complessa la diagnosi e' anche la componente 'dolore' che viene vissuta spesso in modo differente nella singola persona, e cio' spiega in parte alcune differenze nella manifestazione clinica.

''Tale patologia modifica negativamente -dice Biagio Adile, responsabile del Centro- le condizioni psico-sociali della persona, il suo stile di vita e le attivita' quotidiane, la performance lavorativa, familiare, l'autostima e il comportamento sessuale''. Le malattie rare rappresentano un ampio gruppo di patologie eterogenee sia nell'etiopatogenesi che nelle manifestazioni sintomatologiche e sono accomunate da bassa prevalenza nella popolazione. Tuttavia le stesse costituiscono un problema socio sanitario importante in quanto sono malattie croniche e invalidanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog