Cerca

Immigrati: comandante generale Gdf, Mediterraneo sia fonte di civilta'

Cronaca

Lampedusa (Agrigento), 8 giu. - (Adnkronos) - "Il Mediterraneo deve essere un ponte di civilta' e non una portaerei dove si traffica illegalmente di tutto, anche di esseri umani". Lo ha detto all'ADNKRONOS il comandante generale della Guardia di finanza, generale Nino Di Paolo in visita alla sala operativa delle Fiamme gialle a Lampedusa.

"Sono venuto qui piu' per prendere che per dare -ha aggiunto il generale Di Paolo- ho la fortuna di avere a Lampedusa dei ragazzi splendidi e venendo qui mi carico". I finanzieri sono stati protagonisti, fin dall'inizio dell'emergenza immigrati, di numerosi salvataggi e soccorsi di migliaia di immigrati tunisini e di profughi sbarcati sull'isola. Sono 20.338 i migranti gestiti da assetti della Guardia di finanza sui 36.267 approdati dal'inizio dell'anno sull'isola.

"Sono orgoglioso di poter contare su un comparto aeronavale capace di gestire i momenti piu' difficili -ha aggiunto Di Paolo- quando il comandante di un'imbarcazione si trova ad affrontare un momento difficile e' solo, la sua solitudine e' confortata dalla sua professionalita' e capacita' di interpretare i momenti drammatici per arrivare alla salvezza di vite umane. Tutto questo non si improvvisa, la nostra e' una responsabilita' a tutto tondo. Va ricordato che la Guardia di finanza deve conciliare il rigore per l'osservanza delle leggi per impedire ogni forma di illegalita' senza dimenticare l'umanita'". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog