Cerca

Borsa: europee pesanti al giro di boa, Ftse Mib -1,62%

Finanza

Milano, 8 giu. (Adnkronos) - Prima meta' della seduta in calo per le piazze finanziarie europee. A pesare sulle borse del Vecchio Continente l'acuirsi dei timori per la crisi del debito greco, dopo che il ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schaeuble, ha parlato apertamente di un rischio fallimento per Atene, e per il rallentamento dell'economia tedesca. Ad aprile si e' registrato un calo dello 0,6% della produzione industriale in Germania e le esportazioni sono scivolate del 5,5%. Al giro di boa Londra e' in calo dello 0,98%, Francoforte dell'1,34% e Parigi dell'1,02%. A Milano, maglia nera d'Europa, il Ftse Mib lascia sul terreno l'1,62% a 20.240 punti.

A pesare sulla piazza milanese sono i titoli del comparto bancario, guidati al ribasso da Mps (-4,33%). Male anche Banco Popolare (-4,10%) e Ubi Banca (-3,01%). Bpm cede il 2,66% a 1,649 euro e tocca il nuovo minimo storico, Intesa Sanpaolo perde lo 0,99% e Unicredit l'1,37%. Fra gli assicurativi Generali lascia sul terreno l'1,81%.

Sul Ftse Mib Fiat cede l'1,79%, Finmeccanica l'1,81% e Pirelli il 2,41%. Fra gli energetici Eni perde l'1,24% ed Enel l'1,47%. Telecom Italia lascia sul terreno l'1,14% a 0,955 euro. Prese di beneficio sull'All Share su Telecom Italia Media (-5,29%) dopo l'exploit di ieri. Il titolo del polo televisivo nella seduta di ieri ha segnato un balzo del 17,5%, sulle ipotesi dell'ingresso di nuovi soci o di un delisting, smentita oggi dalla societa'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog