Cerca

"Credibilità, indipendenza e pragmatismo", Draghi lancia i principi guida della sua Bce

Economia

Bruxelles, 8 giu. - (Adnkronos/Aki) - I tre principi guida che il governatore di Bankitalia Mario Draghi seguirà se sarà nominato alla presidenza della Bce sono "il più alto livello di credibilità", la "piena indipendenza" e una "salutare dose di pragmatismo" insieme a un "orientamento di medio-lungo termine". Lo assicura lo stesso Draghi rispondendo agli europarlamentari in vista dell'audizione - che si terrà la prossima settimana - per la sua candidatura come successore di Jean-Claude Trichet.

Il governatore di Bankitalia, candidato alla presidenza della Bce, inoltre "non vede ragioni per introdurre cambiamenti" alla politica monetaria seguita dalla Bce negli ultimi 12 anni. Mentre ritiene che i paesi dell'eurozona debbano "migliorare ulteriormente il coordinamento delle politiche" e "rafforzare la sorveglianza macroeconomica".

La creazione dell'adeguato contesto politico e giuridico per l'emissione di eurobond "richiederebbe cambiamenti istituzionali maggiori che, nella congiuntura attuale, sembra essere improbabile che riscuotano ampio sostegno", afferma inoltre il governatore di Bankitalia.

Infine avverte: realizzare il programma di risanamento economico della Grecia "rimane con ogni probabilità la strada in avanti meno costosa per tutte le parti coinvolte", in quanto un'eventuale ristrutturazione del debito comporterebbe "gravi rischi finanziari e macroeconomici" con "gravi conseguenze per la crescita dell'eurozona".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog