Cerca

Palermo: sindacati, stop a proposte improbabili su vertenza Gesip

Cronaca

Palermo, 8 giu. - (Adnkronos) - "La citta' e' in agonia serve subito un patto di responsabilita' e un progetto complessivo per la riorganizzazione delle partecipate e della pubblica amministrazione. I problemi sono sicuramente figli di una giunta inefficiente ma sono strutturali, quindi riguardano tutti, chi abita la citta' e chi la governa''. A ribadire cosi' la necessita' di un immediato confronto con l'Amministrazione comunale sulla vertenza Gesip e sulle altre vertenze cittadine, sono i tre segretari generali di Cgil Cisl e Uil Palermo, Maurizio Cala', Mimmo Milazzo e Antonio Ferro.

''Ogni giorno - commentano - l'Amministrazione comunale, per coprire le sue incapacita' gestionali, fa filtrare all'esterno proposte inconsistenti e inapplicabili sulle soluzioni da dare alle grandi vertenze cittadine. A partire dalla Gesip dove assistiamo ad uno stupidario dannoso di proposte, delle quali neanche una e' concreta e praticabile. La vicenda Gesip non nasce ieri e continuare a parlare di tavoli nazionali tra pochi intimi che stanno studiando soluzioni e' solo un modo per perdere altro tempo. O peggio in attesa di portare a casa qualche piccola misura tampone che serve solo a guadagnare qualche mese per accompagnare la citta' al voto e poi lasciare a chi viene i problemi irrisolti"

Per i tre leader sindacali "cio' che serve e' una visione e un progetto complessivo per il futuro della citta', che deve partire dalla riorganizzazione delle partecipate e della pubblica amministrazione. Ovviamente tutto questo non si inventa, ma si costruisce partendo da una proposta della Giunta che deve trovare il contributo e il consenso della citta', delle forze sociali, dei tecnici e della politica''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog