Cerca

Criminalita': procuratore Bari, gli schemi sono saltati e i giovani diventano aggressivi

Cronaca

Bari, 8 giu. - (Adnkronos) - La criminalita' barese, dopo l'arresto dei principali e piu' maturi esponenti dei clan, e' composta da giovani aggressivi, sempre affiliati ai gruppi storici, che non esitano pero' ''a sparare per strada, in qualsiasi momento della giornata'' mettendo a repentaglio la vita di innocenti passanti. E' il quadro delineato dal procuratore distrettuale antimafia di Bari, Antonio Laudati, durante la conferenza stampa nel corso della quale e' stata illustrata l'operazione congiunta di carabinieri e polizia che stamane hanno arrestato nove persone (un'altra deve essere identificata).

Si tratta di Giuseppe Millone, 28 anni, esponente in forte ascesa del clan Strisciuglio della Citta' Vecchia, accusato di un triplice tentato omicidio (in occasione di due diversi episodi accaduti il 7 e l'11 marzo scorso), detenzione e porto illegale di armi in luogo pubblico, concorso in lesioni personali, con l'aggravante di aver agito per agevolare la sua associazione mafiosa, ed otto affiliati del clan avverso dei Parisi, del quartiere di Japigia, teatro dei due agguati, tutti accusati di favoreggiamento personale con l'aggravante mafiosa. Con questa nuova generazione ''sono saltati gli schemi tradizionali'', ha aggiunto Laudati. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog