Cerca

'ndrangheta: per suocero assessore Piemonte concorso esterno in associazione mafiosa

Cronaca

Torino, 8 giu. (Adnkronos) - Concorso esterno in associazione mafiosa. E' l'accusa con cui e' finito in carcere Nevio Coral, 71 anni sindaco di Leini' per 30 anni e suocero dell'assessore regionale piemontese alla Sanita', Caterina Ferrero che ha rimesso le deleghe dopo essere stata indagata nell'inchiesta sulla sanita' piemontese. Le prove a carico di Coral sono pesanti. "Era il biglietto da visita della 'ndrangheta da spedire al mondo politico piemontese" ha detto il procuratore capo di Torino, Giancarlo Caselli durante la conferenza stampa sull'operrazione Minotauro fatta da carabinieri e guardia di finanza che ha portato a 150 arresti in tutta Italia.

"Non e' certo uno spettatore passivo delle vicende che lo riguardano - prosegue Caselli - ma un soggetto ben collocato nell'ambiente 'ndranghetista, che foraggia gli affiliati quando detenuti, che promette posti di lavoro, che consente a esponenti malavitosi di insediare la sede della loro imprese nei capannoni della sua azienda, la Coral Spa". "Non c'e' alcun dubbio del gip sulla sua consapevolezza di avere un comportamento criminale", conclude Caselli.

E proprio in una conversazione con un affiliato della 'ndrangheta regstrata dagli inquirenti, Coral dice: "Il principio che dobbiamo adottare e' la creazione di un gruppo: ne mettiamo uno in comune, uno in consiglio, uno alla pro loco e cosi' diventiamo un gruppo forte".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog