Cerca

Energia: Regione Umbria firma protocollo biomasse con Enel

Economia

Perugia, 8 giu. - (Adnkronos) - Favorire la ricerca e la sperimentazione degli aspetti economici e logistici connessi alla produzione di colture dedicate, quindi utilizzabili a scopo energetico, tipo canna comune e miscanto, all'impiego dei sottoprodotti della produzione agricola, come paglia e simili, e la loro valorizzazione come fonti di energia rinnovabili: sono solo alcuni degli obiettivi del protocollo tra Enel Produzione, Centro di Ricerca sulle Biomasse e Regione Umbria firmato oggi a Perugia.

Il documento, finalizzato in particolare alla valorizzazione energetica di biomasse agro-forestali e lignina derivante dalla produzione di bioetanolo di seconda generazione, e' stato illustrato dall'assessore regionale all'Ambiente, Silvano Rometti, dal professor Franco Cotana per il Centro di Ricerca sulle Biomasse, dal responsabile delle relazioni esterne territoriali Enel, Massimo Bruno. All'incontro erano presenti il sindaco di Giano dell'Umbria, Paolo Morbidoni, i segretari delle Conferderazioni sindacali (Cgil, Cisl, Uil) e di categoria, nonche' numerosi imprenditori interessati al progetto.

Tra gli obiettivi del protocollo, che avra' la durata di un anno, eventualmente prorogabile per ulteriori dodici mesi, sono inseriti come priorita' lo studio, la sperimentazione e l'analisi dell'utilizzo di colture dedicate e sottoprodotti della produzione agricola per la generazione di bioetanolo e lignina in impianti industriali esistenti o da realizzare nell'area dell'ex polo chimico di Narni-Nera Montoro o altri siti, nonche' l'analisi e la sperimentazione dell'impiego della lignina in co-combustione nella centrale di Bastardo (Comune di Gualdo Cattaneo) di proprieta' di Enel. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog