Cerca

Rifiuti: al via domani interrogatori a funzionari Gse dopo arresto Scotti

Cronaca

Milano, 8 giu. (Adnkronos) - Prenderanno il via domani gli interrogatori di garanzia, davanti al gip di Milano Stefania Donadeo, nell'ambito dell'inchiesta su un traffico illecito di rifiuti che ieri ha portato agli arresti domiciliari Angelo Dario Scotti, presidente della Riso Scotti spa e vicepresidente della Riso Scotti Energia. Il patron del gruppo alimentare verra' sentito per ultimo sabato, mentre per domani e' fissato l'interrogatorio di due funzionari del Gestore dei Servizi Energetici di Roma, Franco Centili (ex dipendente e ora in carcere) e Andrea Raffaelli (ai domiciliari).

I due, secondo l'accusa, avrebbero intascato una tangente da 115 mila euro, versata da Giorgio Radice, gia' arrestato a novembre, presidente di Riso Scotti Energia, con l'avallo di Angelo Dario Scotti. La mazzetta sarebbe stata decisa per evitare che il gestore pubblico romano bloccasse gli incentivi pubblici, per 7 milioni di euro a favore dell'impianto inceneritore di Pavia, della Riso Scotti Energia, che in realta' avrebbe bruciato anche rifiuti pericolosi.

Sabato, invece, prima di Scotti, verranno interrogati il commercialista Nicola Farina, l'uomo che secondo l'accusa avrebbe procurato una societa' off-shore per il versamento della tangente e il consulente energetico Nicola Ostellino. Tutti rispondono, a vario titolo, di traffico illecito di rifiuti, truffa, frode in pubbliche forniture e corruzione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog